Loading...
video

“SIETE SEGAIOLI E COGL…” Sgarbi violento (e da applausi) 3 star italiane “finite” / Video

loading...

dadb7q9e

loading...

 

“Come sono strani i cantanti…”. Esordisce così Vittorio Sgarbi in un video pubblicato su Facebook dove, a modo suo, interviene su uno dei temi di più stringente attualità, tra spettacolo e politica, ovvero i rifiuti incassati da Donald Trump da parte degli artisti che non vogliono esibirsi per lui alla cerimonia per l’insediamento alla Casa Bianca. Dopo una battuta su Bob Dylan che rifiuta di ritirare il premio Nobel, si passa ad Andrea Bocelli e a Il Volo.

“I cantanti vengono chiamati dai presidenti degli Stati Uniti a cantare e, dopo che sono sempre stati dalla parte dei capitalisti, si rifiutano”, premette. Secondo Sgarbi, Bocelli sbaglia a dare retta a “tre teste di cazzo” che gli dicono che cantare per Trump non va bene. Ma sono riservate al trio Il Volo le parole più dure. Il critico d’arte inizia rivolgendosi al presidente: “Trump, ma che ti frega di avere quei tre? Piuttosto prendi tre nanerottoli e metti e un cd”. Dunque Sgarbi ricorda che Il Volo ha rifiutato di cantare per The Donald perché “non appoggiamo il populismo xenofobo”. Poi, il diluvio.

“Bambini, piccolini, porcellini”, attacca Sgarbi. “Vorrei ricordarvi che voi siete stati lanciati da Tony Renis, culo e camicia con Berlusconi, xenofobo e populista. E lo avete anche inculato: dopo che vi ha sostenuto voi lo avete tradito per stare con Michele Torpedine“, il quale, ricorda Vittorio, “nel 1999 è stato rinviato a giudizio per frode fiscale e corruzione”. Ne segue la violenta, e urlata conclusione: “Andate a cantare e non rompete il cazzo. Andate da Trump e non fate le seghe, tre coglioncelli inutili andate e cantate di corsa, non in volo”. Touché.

Loading...

http://tv.liberoquotidiano.it/sezioni/446/libero-tv-copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *