Ma quando si parte?!?… La risposta è da non credere…!

loading...

 

Forse il signore in attesa della partenza del bus non è stato troppo paziente, fatto sta che in Italia siamo noti per i ritardi dei mezzi pubblici, bus e treni in particolare, ora a conferma di questa sensazione diffusa arriva una recente ricerca condotta a livello europeo che vede l’ Italia fanalino di coda, non solo  mezzi pubblici italiani sono spesso in ritardo ma messi a confronto con quelli di altre nazioni europei sono più vecchi, meno manutentati e spesso meno capienti.

Per tornare ad essere al passo con l altre nazioni europee bisogna investire, si parla però di grosse cifre, addirittura si stima intorno ai quaranta miliardi di euro.

Si registra poi un altro problema che contribuisce ai ritardi dei mezzi pubblici, in molte capitali europee ad esempio i bus hanno corsie preferenziali che evitano di farli imbottigliare nel traffico, in Italia invece sono molto poche e per questo si calcola che un pendolare trascorra ben sessantadue ore all’ anno all’ interno dei mezzi contro una media europea di cinquanta, quindi oltre al problema dei mezzi ormai obsoleti c’ è anche un problema di infrastrutture, basti pensare che dei quaranta miliardi ipotizzati per tornare competitivi col resto d’ europa ben venti dovrebbero servire per le infrastrutture.

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *