Un’orca intrappolata non smette di piangere, ma uno sconosciuto si avvicina e fa qualcosa di incredibile

loading...


Le orche sono una delle specie di animali più intelligenti ed affascinanti che la natura ha creato. La loro destrezza nel cacciare e la meravigliosa capacità di comunicazione e di organizzazione le rendono dei predatori molto forti, tra i più forti al mondo.


Questo bellissimo animale si trova in cima alla catena alimentare e non ha nemici naturali, tuttavia questo fatto non le esime dal commettere errori, proprio come è accaduto sulle coste della Colombia Britannica in Canada.

Durante l’estate, un gruppo di orche stava seguendo un banco di pesci lungo le coste di Hartley Bay, quando una di loro si arenò sulle affilate rocce della scogliera.

Più il tempo passava, più la situazione peggiorava, la marea si era abbassata a tal punto che l’orca rimase bloccata senza possibilità di liberarsi, il sole seccava la sua pelle delicata e la sua vita era in grave pericolo.


L’orca piangeva disperatamente e, per fortuna, il suo grido d’aiuto venne sentito da un gruppo di persone che corsero subito in suo soccorso. Erano consapevoli del fatto che l’animale fosse molto grande ed impossibile da muovere, inoltre le affilate rocce non avrebbero di certo reso l’operazione più semplice. Per evitare la disidratazione, ricoprirono l’orca con delle lenzuola che venivano costantemente bagnate con acqua di mare.


George Fisher, uno dei soccorritori, disse:

“Al principio era molto agitata, si poteva notare dal suo respiro che era molto accelerato.
Però dopo poco si calmò, credo che avesse capito che cercavamo di aiutarla”.


Dopo essere rimasta intrappolata tra le rocce per più di 8 ore, la marea tornò ad alzarsi sufficientemente da permettere all’orca di liberarsi da sola e di continuare il suo viaggio nell’oceano insieme al suo gruppo.

Se non fosse stato per il gruppo di soccorritori questa storia avrebbe avuto un finale molto diverso.

Un altro uomo che prese parte ai soccorsi disse durante un’intervista:

“Ci siamo tutti presi cura dell’orca ed abbiamo agito molto velocemente 
per poterle dare un’altra opportunità”


Per fortuna le persone che non hanno dubbi nell’agire di fronte alla sofferenza altrui, che sia umana o animale, sono sempre di più. Atti altruistici come questo ci riempiono di speranza in un’epoca in cui l’inquinamento, lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali e gli abusi sugli animali sono all’ordine del giorno.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *