Gambe sottili e tornite, glutei sodi: bastano 3 semplici esercizi (da fare in acqua) per snellire e tonificare la parte inferiore del corpo. 4 minuti e mezzo posson bastare

loading...

 

Sei già andata al mare o in piscina, qualche volta, e, ogni volta, ti sei sentita moscia. Ma perché?, ti chiedi delusa: dopo un anno passato a sudare in palestra, possibile che io non abbia ancora raggiunto la ‘’consistenza’’ desiderata? Capita. E allora? Non ti demoralizzare: puoi ancora fare tanto per il tuo corpo. Anche ora che sei in vacanza. Quando torni al mare (o in piscina), approfitta per fare un po’ di attività fisica in acqua. I vantaggi sono innumerevoli. Intanto l’acqua fredda aiuta a bruciare più calorie, poi si sfrutta la resistenza dell’acqua che fa lavorare i muscoli in modo più completo e armonioso. Siamo tutte pigre, quando siamo al mare o in piscina ma, in questo caso, non si tratta di fare ore di ginnastica. Bastano pochi minuti per ottenere, in poco tempo, dei risultati molto soddisfacenti. Oggi ti proponiamo 3 semplici esercizi da fare in acqua per snellire e tonificare cosce, gambe, fianchi e glutei. Totale tempo da investire: 4 minuti e mezzo. Come dire, si può fare eccome. E, te lo garantiamo, ne vale la pena. Se a questi 3 esercizi, poi, abbini una passeggiata di 30 minuti a passo sostenuto sul bagnasciuga, i risultati saranno ancor più spettacolari. Ti fidi?

Gli esercizi li suggerisce Glamour. Noi ce ne siamo innamorate ed ecco che li proponiamo a voi. Inizia con la corsa sul posto con ginocchia alte. Posizionati in un punto dove l’acqua ti arriva al petto, tieni le gambe leggermente divaricate e inizia a correre sul posto. Porta le ginocchia in alto in modo che le cosce siano perpendicolari rispetto al busto. Cori a ritmo sostenuto, anche se, con l’acqua, tutto è più faticoso. Continua per 30 secondi, poi fai una pausa di altri 30 e così via per 3 serie. Il secondo esercizio agisce soprattutto sui glutei, li rende di marmo. Anche le cosce, però, ne traggono giovamento. Per questo esercizio ti serve un appoggio. Se sei in piscina può essere il bordo, se sei al mare possono essere le spalle del tuo uomo (o della tua amica).

Mettiti in modo che le gambe siano dritte e perpendicolari al fondale, mentre il busto deve essere piegato leggermente in avanti. Ora, in modo alternato, solleva prima una e poi l’altra gamba all’indietro, cercando di raggiungere il punto più alto. Continua l’esercizio per 30 secondi, alternando pause e serie come nell’attività precedente. Il terzo esercizio è simile al secondo solo che non ti serve un appoggio. Mettiti in posizione eretta, con gambe leggermente divaricate e braccia tese ai lati. Spingi una gamba in avanti, mantenendola dritta il più possibile. Anche in questo caso, cerca di raggiungere il punto più alto. Una volta riportato l’arto inferiore alla posizione di partenza, procedi con l’altro e continua ad alternare per 30 secondi. Fai 3 serie con pause di mezzo minuto tra l’una e l’altra.

FONTE QUI

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *