Le scippano la borsetta, ma guardate la sua reazione… EPICA!(VIDEO)

loading...

 

Quante volte ci è capitato di subire una rapina per strada? Molto spesso questi malviventi ci seguono e spiano ogni nostro movimento per capire quando attaccare. Le persone che sono più a rischio sono sopratutto gli anziani che essendo delle persone fisicamente più deboli, sono più facilmente adocchiati dai ladri. Infatti sarebbe bene se queste persone fossero sempre accompagnati da qualcuno, sopratutto se sono in posta a ritirare la pensione.

Ma anche le donne come gli anziani, sono un bersaglio per questi malviventi, infatti molto spesso, per paura non si denuncia, o non ci si riesce a difendersi. Questo perchè i ladri tendono ad attaccare con delle armi pericolose, e quindi non abbiamo modo di difenderci. Queste persone che ci derubano, attaccano molto spesso, i nostri appartamenti che già da tempo hanno adocchiato. Conoscono ogni singolo movimento del proprietario e attaccano spesso e volentieri quando questo non c’è.

Ma questo non succede solo in casa, i malviventi attaccano ovunque convenga, ed infatti molto spesso, succede di essere rapinati anche per strada. Proprio come è successo a questa donna, che durante una passeggiata, le si avvicina un uomo con uno scooter e casco e attacca la donna alle spalle derubandole la borsa.

La donna presa dal panico, non ha reagito di impulso, proprio perché il rapinatore, possedeva un arma,minacciandola di ferirla, La cosa assurda e che in un primo momento il ladro, non sale sullo scooter per scappare, ma inizia a correre, lasciando le chiavi attaccate al motorino. La donna, quindi escogita un piano, ovvero vendicarsi della rapina subita, rubando a sua volta lo scooter del suo rapinatore. Il video ripreso da una telecamera a circuito chiuso, riprende ogni attimo della rapina. Se siete curiosi cliccate sul video.

Se l’articolo vi è piaciuto continuate a seguire la nostra pagina.
Ogni giorno troverai nuovi video e nuove notizie sorprendenti.

FONTE QUI

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *