LA CAMERIERA SERVE UN TAVOLO PIENO DI POLIZIOTTI. MA SUBITO DOPO SI ACCORGE CHE QUALCOSA NON VA, E DECIDE DI AGIRE SUBITO

loading...


Non sempre ai poliziotti viene dato il giusto merito rispetto al pericoloso lavoro che svolgono ogni giorno. Molti di loro percepiscono uno stipendio comune, alla pari di una persona che ha un lavoro in cui non vi è lo stesso tasso di pericolosità. Per il lavoro che svolgono, molto spesso rischiano la vita, ma in tanti casi questo passa inosservato. Ovviamente, ci sono anche persone che si rendono perfettamente conto del grande lavoro che i poliziotti svolgono, e quello che si verifica nella vicenda che di seguito vi raccontiamo, ne costituisce un validissimo esempio.

Nel mese di aprile 2017, l’ufficiale di polizia Steven Smith, negli USA, venne assassinato mentre era in servizio. La sua morte sconvolse, come giusto che fosse, i suoi amici e parenti, ma anche i suoi colleghi.

 
 

Qualche giorno dopo la sparatoria in cui il poliziotto Smith morì, a tale poliziotto venne organizzato il funerale. Alla cerimonia accorsero non soltanto i suoi parenti e i suoi amici più stretti, ma anche persone che, pur non avendo avuto legami stretti con l’agente, lo stimavano molto. Tra costoro, alcuni agenti

Dopo il funerale, questi agenti si recarono in una caffetteria, nella quale lavora una ragazza di nome Jessica.

La ragazza è una madre single, figlia di un poliziotto andato in pensione. Costei notò immediatamente lo sconforto dei poliziotti, capendo poi che si trattava dei colleghi del poliziotto che fu ucciso nel corso della sparatoria.

Vedendoli molto abbattuti, a Jessica venne in mente di fare un gesto davvero carino. Dietro allo scontrino del conto della consumazione, scrisse un messaggio bellissimo: “Cari ufficiali, non posso neanche immaginare la giornata che avete dovuto affrontare, per non parlare di quello che il vostro lavoro comporta ogni giorno. Mi auguro che andrà meglio in futuro. Avete tutto il mio rispetto”.

Non solo: Jessica scelse anche di pagare il conto per gli agenti, che era di ben 123 dollari: fu lieta ed entusiasta di poterlo fare, perché rappresentava un simbolo di immensa gratitudine verso coloro che non solo svolgono un lavoro, ma anche una vera e propria missione.

http://24orenotizie.com

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *