Ha voluto solo 10 euro per riavviare l’auto: ecco la fattura del meccanico che ha scatenato le ire del web!

loading...


Si è scatenato il putiferio sul web per quanto successo a Fuorigrotta.
Nel quartiere napoletano, una donna si è indignata per la fattura del meccanico e si sfoga su Facebook con i suoi amici raccontando quanto le è accaduto.
La sua auto era in panne e il meccanico le ha chiesto 10 euro per ripararla.
Il motivo per cui l’auto non si muoveva più era la batteria scarica. Così, essendo ci a pochi metri un elettrauto, la donna manda la figlia a chiamarla.

Mentre le donna aspetta in macchina, arriva il ragazzo che lavora dal meccanico e le rivela che per la diagnosi, ha voluto 10 euro.
La donna paga ma non resta in silenzio e va diretta dal proprietario dell’officina e gli rivela che non trova giusto pagare 10 euro per una cosa che si è risolta in poco più di 2 minuti.

Così la donna chiede al meccanico la ricevuta fiscale.
Il meccanico si è giustificando dicendo che il ragazzo ha chiesto la sua parcella, deve pur guadagnare qualcosa per il suo lavoro. Sul web però non tutti sono d’accordi nell’appoggiare la polemica della donna.



C’è chi, in effetti, ritiene che 10 euro per rimettere in moto la vettura è sicuramente eccessivo. Ma ci sono tantissime persone che, invece, ritengono che i 10 euro sono il minimo da pagare per un servizio che anche se è durato poro, le è stato offerto con gentilezza e diligenza. Voi cosa ne pensate? Secondo il nostro parere un lavoro è pure sempre un lavoro e va pagato, non lo pensate anche voi? Lasciateci un commento con le vostre opinioni nell’apposita sezione, ciò che avete da dire ci interessa.

http://www.wowchevideo.com/blog/

loading...

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. IO ha detto:

    Ma come Gesu Cristo scrivi ? La terza media te l’hanno data ? E questo blog fa informazione ? Neanche in italiano sapete scrivere!!!

  2. maurizio lotter ha detto:

    se tutte le persone reagissero come questa donna. nesuno piu aiuterebbe nessuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *