Vi ricordate Marco Prato? Una fine orribile: morto in carcere, l’ultima drammatica notte

loading...

 

Marco Prato si è suicidato nella scorsa notte nel carcere di Velletri, dove era stato trasferito a marzo da quello romano di Regina Coeli, in attesa di giudizio. Il gesto estremo intorno all’una e dieci della scorsa notte. Prato è il giovane pr finito in galera insieme a Manuel Foffo per il brutale omicidio di Luca Varani. Secondo quanto si è appreso, Parto è andato in bagno nel cuore della notte, si è infilato un sacchetto di plastica in testa e ha respirato il gas contenuto nella bombola che è in dotazione ai detenuti.

Il ragazzo aveva scelto di farsi processare con rito ordinario (Foffo era già stato condannato a 30 anni con rito abbreviato). Il processo era iniziato ad aprile scorso. In carcere, inoltre, Prato aveva scoperto di essere sieropositivo. Difendendosi in aula, continuava a dirsi innocente e a ad affermare di essere succube di Foffo.

L’omicidio di Varani risale al 4 marzo 2016, quando i due lo torturarono, straziarono e accoltellarono dopo un festino a base di droga. Nel corso delle indagini i due si sono accusati a vicenda: solo dopo molti mesi, Prato aveva scelto di parlare col magistrato. Ora, il gesto estremo, dovuto forse al rimorso, forse alla malattia, forse alla paura della condanna o, più plausibilmente, a tutte queste circostanze.

FONTE QUI

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *