La madre apre tutti i rubinetti, poi si rannicchia sul pavimento con la figlia, e così salva la vita a tutti.

loading...

Intorno al terribile incendio, che ha avvolto le Grenfell Tower a Londra, si sono incrociati i destini di molte persone. C’è chi non ha avuto scampo, come i nostri connazionali Gloria e Marco, e chi invece per caso o per fortuna, è riuscito a salvarsi da quella trappola di fuoco, che ha causato la morte di 30 persone e di altre vittime ancora disperse. Tra le testimonianze arrivate a noi di quella sera del 14 giugno, quella di questa donna sembra un vero è proprio miracolo.


 
 

Natasha Elcock, di 39 anni era a casa che dormiva con il partner e la figlia, quando si è accorta di quello che stava accadendo. Ha capito da subito che la situazione in cui si trovavano era pericolosa.

Ha allertato subito i vigili del fuoco che le hanno risposto di restare calmi e di non lasciare l’edificio. Dovevano seguire, quella che viene detta, la regola dello “stay put” (“rimani dove sei”). Così avevano fatto, lei, il suo compagno e la bambina erano rimasti nell’appartamento all’undicesimo piano.



Eppure questa regola per molti inquilini del grattacielo si è rivelata fatale, così però non è stato, per fortuna, per Natasha e la sua famiglia. La donna era disperata, ormai evacuare l’edificio era quasi impossibile, le fiamme avevano raggiunto gli spazi esterni del suo appartamento e non era più possibile scappare da quell’inferno.

Natasha ha cercato di mantenere la lucidità. E’ corsa ad aprire tutti i rubinetti della casa ed ha lasciato che l’acqua scorresse per tutto l’appartamento, in modo da rallentare l’entrata delle fiamme.


 
 

 
 

E’ andata con la piccola e il compagno nella stanza che pensava fosse più sicura, ha avvolto la bambina intorno ad un tappeto e tutti insieme hanno atteso che arrivassero i soccorsi. Per fortuna alle 3 del mattino i pompieri sono giunti nel loro appartamento e li hanno tratti in salvo. Avevano inalato moltissimi fumi tossici ed erano stremati, ma erano salvi. Probabilmente senza la lucidità di questa donna, anche la sua storia sarebbe finita diversamente.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *