I 10 più giovani assassini della storia. Quello che ha fatto il numero 4 alla madre è indicibile

loading...

I bambini sono considerati degli innocenti, sono dolci teneri e amorevoli, il più delle volte e nulla di male si ci potrebbe aspettare dal loro aspetto angelco. Eppure anche i bambini possono trasformarsi in piccoli e pericoli diavoli. Questi fatti che vi racconteremo qui rappresentano un capitolo triste della storia di quella che viene considerata l’età dell’innocenza. I 10 bambini che vedrete di seguito sono i 10 bambini killers più famosi della storia. Si tratta di bambini, il più delle volte malati di disturbi mentali e ossessioni. La storia di questi bambini che vi racconteremo di seguito vi faranno rabbrividire. E’ quasi incomprensibile come così piccoli abbiano messo in atto tali crimini. E’ inquietante scoprire cosa questi bambini malefici sono stati capaci di fare.

1. Eric Smith

Questo ragazzino di soli 12 anni soffriva di “disturbo esplosivo intermittente”, aveva episodi di comportamento impulsivo, aggressivo o violento e reagiva in maniera sproporzionata alla situazione. Forse questa sindrome era scaturita a seguito di atti di “bullismo” di cui era vittima a scuola. I suoi genitori lo avevano mandato in un campo estivo in una foresta di New York. Un giorno era con la biciclitte sul suo cammino incontrò un bambino di 4 anni Derrick Robie, 4 anni, che era andato fuori strada. Eric prima ha tentato di strangolare il piccolo poi lo ha colpito sulla testa con una pietra fino a farlo morire. Poi ne abusò, anche con un pezzo di legno.

2. Jordan Brown

questo ragazzino di 11 anni soffrica a causa della separazione dei genitori. Aveva solo 11 anni, voleva che i loro genitori stessero insieme, ma ogni volta che si incontravano, discutevano, litigavano e urlavano. Il padre dopo un po’ si risposo e aspettava dalla nuova moglie un figlio. Il ragazzo non sopporto tutto cio, così aspettò che uscisse per andare a lavorare, prese un fucile da caccia che il padre teneva in casa, sparò e uccise la sua matrigna mentre dormiva. Poi si vesti e andò a scuola come se non fosse successo niente.

3. Natsumi Tsuji

Natsumi, è una ragazza di 11 anni, appassionata di film horror e film horror e di film violenti, nessuno però immaginava che la ragazzina considerata da molti innocente si sarebbe trasformate in terribile sanguinaria. La ragazzina conosciuta dal Web come «Nevada-tan» (la ragazzina Nevada) perché in una foto di classe indossava una maglietta con quella scritta. Il 1° giugno del 2004 tagliò la gola alla compagna di classe Satomi Mitarai, 12 anni, con un coltellino multiuso. Il delitto avvenne durante la pausa pranzo in un’aula di Sasebo. La baby assassina era poi tornata in cortile con i vestiti coperti di sangue. Confessò di aver ucciso l’amica per colpa di alcuni messaggi pubblicati su Internet in cui era stata presa in giro per il suo peso ed era stata chiamata «santarellina».

4. Daniel Bartlam

Ad appena 13 anni, uccise la madre con un martello, mentre dormiva sul divano del salotto. La colpì sette volte, il gesto fu ispirato da un teelfilm. Poi si tolse i vestiti e la violentò. Raccontò che fece questo per vendetta perchè non lo lasciarono andare alla festa di compleanno di un amico. Per nascondere il crimine incendiò la casa e chiamò la polizia, che però lo arresto e fu rinchiuso in prigione.

5. Mary Bell

Mary Bell, all’età di 11 anni uccise due bambini. Il primo fu Martin Brown di 4 anni, il piccolo fu strangolato. Pochi mesi dopo seguì il delitto ancora più atroce di Brian Howe, dopo averlo ucciso con un coltello gli scrisse le sue iniziali “MB” nell’addome e gli taglìò le parti intime. Sua madre l’aveva avuta quando aveva appena 17 anni e faceva la prostituta, la faceva abusare dai suoi clienti già all’età di 4 anni.Il suo istinto omicida fu terrificante.

6. Kipland Kinkel

Sembrava un ragazzo normale. Ma a 15 anni fece una vera strage. Un mattino di maggio ammazzò il papà e la mamma a fucilate e poi andò a scuola salì su un bancone del refettorio scolastico e sparò ben 51 proiettili sui suoi compagni, ne uccise due e ne ferì altri 22. Prima di agire con il suo piano diabolico urlò: ” Io sono il diavolo, voglio uccidere e causare dolore ”

7. Jon Venables e Robert Thompson

Erano due migliori amici avevano entrambi 11 anni quando rapirono e uccisero un bambino di soli de anni di Kirkby, James Bulger. Il bambino era scomparso nel centro commerciale, mentre si trovava con lamma fu ritrovato sui binari di una linea ferroviaria a Walton il 14 febbraio. Robert Thompson e Jon Venables furono arrestati e giudicati colpevoli dalla corte suprema di Preston.

8. Alyssa Bustamante

Alyssa Bustamante è una ragazza che all’età di 15 anni ha ucciso la sua vicina di soli 9 anni. Sognava di uccidere qualcuno per questo quando le venne chiesto il motivo del suo crimine rispose “Volevo sapere che cosa si prova ad uccidere”.

9. Joshua Phillips

Nel 1998, questo ragazzino di 14 anni che amava giocare a baseball nel cortile di casa sua, uccide a bastonate il vicino di otto anni, poi nasconde il cadavere sotto il suo letto. Dopo una settimana la madre scopre il cadavere sotto il letto di Joshua. Il ragazzo allarmato e disperato, uccide anche la madre con la stessa mazza da baseball e poi la colpisce con 11 coltellate.

10 George Stinney jr

Non si tratta dei peggiori assassini come ci avevano fatto credere all’inizio. Ma la sua storia ve la vogliamo raccontare lo stesso. Era un ragazzino di 14 anni, quando venne accusato di aver ucciso Mary Emma Thames e Betty June Binnicker, rispettivamente di 7 e 11 anni, colpendole in testa con una sbarra di ferro. Fu arrestato dopo che alcuni testimoni avevano riferito di averlo visto raccogliere fiori insieme alle due vittime. Successivamente le autorità riferirono che aveva confessato. Fu condannato e ucciso alla sedia elettrica. A distanza di 70 anni però una giudice della Corolina del Sud ha stabilito che il bambino era innocente, si scoprì che il processo era stato ingiusto e la confessione gli era stata estorta con la violenza.

A parte l’ultimo che fu un caso veramente assurdo e controverso. Gli altri bambini hanno commesso degli atti veramente spaventosi. Alcuni sono ancora in prigione, altri sono usciti e si sono rifatti una vita, cambiando identità. Hanno causato tanta sofferenza e la loro cattiveria ha stupito il mondo e ha provocato delle terribile sofferenze.

http://www.pandapazzo.com/wordpress

loading...

Potrebbero interessarti anche...

7 Risposte

  1. Vicky ha detto:

    “si ci potrebbe”, “angelco”, “piccoli e pericoli diavoli”, “era con la biciclette”, “soffrica”, “si risposo (senza accento sulla o)”, “il ragazzo non sopporto tutto cio (niente accenti)”, “poi si vesti (manca d’accento)”, “appassionata di film horror e film horror”, “si sarebbe trasformate”, “teelfilm”, “chiamò la polizia, che però lo arresto”, “de anni”, “lamma”.
    Caro articolista, non so tu ma a me fin dalle elementari hanno sempre insegnato, sia a scuola che a casa, che prima di presentare un testo scritto o battuto a macchina o con la tastiera è necessario leggere e rileggere ogni parola per correggere eventuali errori, grammaticali e di punteggiatura, consultando l’enciclopedìa o il vocabolario. Tutto ciò onde evitare umilianti notine. E così lo stesso dovrebbe fare un bravo articolista: rileggere e correggere il proprio articolo prima di pubblicarlo per non negare, tra l’altro, il piacere di una buona lettura al lettore.

  2. m ha detto:

    chissa quanti anni ha ?

  3. Matteo D ha detto:

    Grammatica saltami addosso

  4. Sandra ha detto:

    Attenzione che colui o colei che ha scritto questo articolo si rivela un bambino psicopatico, con gli stessi disturbi mentali di quelli sopra elencati. 😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *